Prayer Reconciliation Unity Peace

News - Prayer Reconciliation Unity Peace

Icône
Croix
Print


Dalla Città Santa parte nel mondo la Sinfonia Eucaristica 22/10/2012

SINFONIA EUCARISTICA: DOPO LO STRAORDINARIO CONCERTO DI GERUSALEMME , I CONCERTI DI GINEVRA, MILANO E MATERA





Dopo la prima esecuzione mondiale nel Giardino del Getsemani il 22 settembre 2012 della “Sinfonia Eucaristica”, un’opera per orchestra d’archi e coro misto a quattro voci e baritono inspirata da dodici tradizioni musicali cristiane presenti nella Città Santa composta dall’organista titolare del Santo Sepolcro, il musicista italiano Armando Pierucci, altri tre concerti hanno portato nel mondo lo straordinario messaggio e l’importante segno costituito dalla Sinfonia: un messaggio di riconciliazione che ha rallegrato i cuori del pubblico ed una concreta realizzazione comune rivelatrice del Mistero della Comunione del Corpo Mistico di Cristo, composto dalle varie Chiese, proprio nel luogo in cui Gesù ha rivolto la sua grande preghiera al Padre, mentre i suoi Apostoli si erano addormentati.

Gli aspetti più commoventi e significativi del concerto del Getsemani sono stati anzitutto la presenza personale dei capi delle Chiese Cristiane di Gerusalemme e la partecipazione ufficiale delle stesse alla Sinfonia con un cantore proprio, ma anche la folta e sentita partecipazione di pubblico, dal vivo e televisivo. I fedeli di Gerusalemme, piuttosto che di guardare comodamente il concerto in televisione, erano infatti non solo presenti nelle immediate vicinanze dell’orchestra e dei capi Chiesa, ma sono pure accorsi in grande numero (e spesso in famiglia) nei pressi della Basilica dell’Agonia, al confine del Giardino, dove erano stati allestiti quattro schermi giganti, e all’interno della stessa, dove il concerto si poteva ascoltare in una atmosfera di raccoglimento. Essi intonavano insieme al “loro” cantore i brani originali. Il benvenuto al concerto del Getsemani è stato dato dall’ospitante, il Rev. P. Custode di Terra Santa Pierbattista Pizzaballa, seguito da S.B. Theophilos della Chiesa Greca Ortodossa, unico Patriarca presente, che ha benedetto i musicisti ed il pubblico anche a nome degli altri capi Chiesa presenti. La Sinfonia è stata trasmessa in diretta o in differita tv da oltre 17 canali cristiani su cinque continenti, con commenti in sei diverse lingue. Dal pubblico televisivo sono giunti numerosissimi i messaggi di vivo apprezzamento, nonché – soprattutto in Occidente - l’espressione di una subitanea presa di coscienza della ricchezza e della bellezza della Chiesa di Cristo e – specialmente in Oriente – la grande gioia per l’avvenuta comune realizzazione.

Il 25 settembre 2012, per iniziativa di vari Stati quali il Vaticano, la Grecia, l’Armenia, la Romania, il Marocco ed altri, anche il pubblico delle Nazioni Unite a Ginevra, composto essenzialmente dal corpo diplomatico ma anche da numerosi rappresentanti delle varie comunità cristiane, ha scoperto con incanto e stupore la ricchezza e la diversità delle tradizioni Cristiane, in un concerto a sfondo laico dedicato alla difesa della Libertà Religiosa e introdotto dal rappresentante del Segretario Generale delle Nazioni Unite e dall’Osservatore permanente della Santa Sede e Nunzio Apostolico presso le Nazioni Unite S.E. Silvano Tommasi. La Libertà Religiosa è infatti attualmente fortemente minacciata in più punti del mondo. Un brano dedicato alla tradizione ebraica e un brano dedicato alla tradizione musicale musulmana hanno testimoniato dell’attaccamento cristiano al dialogo e alla pace con le altre religioni. Nell’aula principale delle Nazioni Unite, gremita come mai prima di memoria delle Nazioni Unite, una standing ovation ha salutato il termine dell’esecuzione, ascoltata con grande concentrazione. Standing ovation replicatasi per l’esecuzione della Sinfonia Eucaristica nell’imponente Duomo di Milano il 26 settembre, dove, come a Ginevra, sono stati numerosi i rappresentanti delle varie comunità Cristiane a partecipare al concerto, introdotto dal Presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, Dott. Angelo Caloia, e dall’Arciprete del Duomo S.E. Mgr. Luigi Manganini. La tournée si è chiusa a Matera sabato 29 settembre 2012 in presenza di S.E. Mgr. Salvatore Ligorio ed altre autorità ecclesiali presenti nel territorio, sempre con foltissimo ed entusiasta pubblico, quanto lo erano orchestra e coro Duni del Conservatorio di Matera, in cui è cresciuta nei giorni la consapevolezza di aver partecipato ad una opera di grande portata, e al di sopra di sole forze umane.

L’esperienza più intima di comunione vissuta nel contesto della Sinfonia è senz’altro stata quella dei cantori delle Chiese rappresentate venuti per la maggioranza da Gerusalemme, o per alcuni di loro, dalle comunità locali, per intonare a cappella, in ogni concerto, il canto originale da cui ogni movimento della Sinfonia era inspirato, prima della sua esecuzione sinfonica. Scoperta reciproca, fraternizzazione, condivisione, spontanea preghiera e canto comune: i giorni della Sinfonia Eucaristica sono per loro indimenticabili! Giorni di concreta comunione di vita e di spirito, giorni di grande e profonda Letizia, che sono capitati provvidenzialmente proprio all’indomani della pubblicazione il 14 settembre 2012, all’occasione del viaggio di S.S. Benedetto XVI. in Libano, della Esortazione postsinodale “Ecclesia in Medio Oriente”, “Comunione e Testimonianza”, nella perfetta linea della stessa.

Al termine della tournée della Sinfonia Eucaristica, di cui entro Natale dovrebbe essere disponibile un DVD musicale ed un CD, chi ha visto ed ascoltato ha perlomeno intuito che la Chiesa è molto di più di quanto conosce; chi ha visto ed ascoltato ha percepito per un attimo la grandezza del Mistero della Comunione del Corpo Mistico di Cristo. Mistero di sconvolgente Bellezza, perché frutto dello Spirito Santo e immagine dell’Amore Trinitario.



Una Sinfonia straordinaria che riunisce le Chiese, cominciando da Gerusalemme 15/07/2012

UN PROGETTO CULTURALE NATO A GERUSALEMME ISPIRATO A BRANI LITURGICI DI DODICI DIVERSE TRADIZIONI MUSICALI CRISTIANE - UN APPELLO ALLO SVILUPPO DI UNA MAGGIORE RECIPROCA CONOSCENZA TRA LE CHIESE E AL RISPETTO DELLA LIBERTA’ RELIGIOSA



Jerusalem Concert Flyer
A Dio piacendo, il 22 settembre 2012, nel mistico giardino del Getsemani a Gerusalemme, tutti i capi Chiesa e le varie comunità Cristiane della Città Santa sono invitati a radunarsi, sotto il cielo aperto, di fronte alle mura di Gerusalemme, per uno straordinario concerto: la prima mondiale della Sinfonia eucaristica. La stessa verrà trasmessa in diretta da vari canali televisivi cristiani in diversi continenti, e anche registrata per l'edizione di un DVD musicale.

Una delle ultime composizioni dell’organista titolare della Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme per la Chiesa cattolica romana, il musicista italiano Maestro Armando Pierucci, la “Sinfonia Eucaristica” è stata scritta su commissione di Arnoldo Mosca Mondadori, Presidente del Conservatorio di Musica di Milano. Si ispira a brani liturgici usualmente cantati durante la liturgia eucaristica di dodici diverse tradizioni musicali cristiane della Città Santa, con dodici corrispondenti movimenti, ed una introduzione su un tema ebraico. Verrà eseguita dal Coro e Orchestra Duni del Conservatorio di Musica di Matera, diretti dal Maestro Carmine Antonio Catenazzo, con il baritono Carlo Rotunno.

Di per sé una composizione occidentale, che utilizza però temi nelle modalità musicali antiche delle tradizioni orientali, non più in uso nella musica occidentale, la Sinfonia Eucaristica non è soltanto unica musicalmente parlando, ma anche fortemente simbolica: restituisce infatti una visione della bellezza e dell'armonia delle ricche, diverse tradizioni cristiane mentre interargiscono, appunto, "in sinfonia", una visione della comunione cristiana espressa attraverso l'Arte della musica; vuole essere un invito a tutti i cristiani a diventare più consapevoli della tradizione liturgica della propria Chiesa, riflesso della loro storia ed identità culturale, ma anche a scoprire con amore la molteplicità delle tradizioni di altre Chiese Cristiane. Per rispettare il valore e la tradizione dei pezzi originali, questi verranno cantati "a cappella" da dodici rappresentanti ecclesiali, prima che l'orchestra ed il coro eseguano lo sviluppo sinfonico ispirato dagli stessi.

Il progetto è promosso dalla Fondazione Italiana facente capo ad Arnoldo Mosca Mondadori "CASA DELLO SPIRITO E DELLE ARTI"; dal Conservatorio di Musica di Matera; e dall'ASSOCIAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA PREGHIERA STRAORDINARIA DI TUTTE LE CHIESE PER LA RICONCILIAZIONE, L’UNITÀ E LA PACE, COMINCIANDO DA GERUSALEMME, basata in Svizzera, e promotrice dell'omonima iniziativa di preghiera di intercessione per il nostro tempo condotta dalle Chiese di Gerusalemme.

Il 25 settembre 2012, subito dopo il concerto di Gerusalemme, un concerto a dimensione laica incentrato sul tema della Libertà Religiosa, anche promosso dalla Fondazione svizzera "CARITAS IN VERITATE" (legata all’Osservatore Permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite) e da diverse Missioni di Stati presso le Nazioni Unite quali il Vaticano, la Grecia, il Libano, l’Ordine Sovrano di Malta ed altri, sarà ospitato nella sede europea dell’ONU di Ginevra, uno dei più importanti centri di diplomazia multiculturale nel mondo, così come luogo essenziale di dibattito pubblico internazionale. La libertà religiosa è, infatti, sempre più minacciata in molte parti del mondo, e particolarmente, in questo tempo di cambiamento nei paesi del Vicino e Medio Oriente. Con il corpo diplomatico delle Nazioni Unite come pubblico principale e, oltre i brani ispirati da tradizioni cristiane, due movimenti dedicati alla tradizione ebraica e musulmana, il concerto di Ginevra costituirà una forte testimonianza di fronte alla comunità delle Nazioni.

Altri concerti aperti al grande pubblico sono previsti il 26, rispettivamente il 29 settembre 2012, sempre in luoghi molto significativi: nel Duomo di Milano,
Logo Sinfonia
e a Matera, la "Gerusalemme occidentale" (Basilica di San Pietro Caveoso), due città del Nord e Sud Italia che, storicamente, hanno entrambe conosciuto l'influenza sia della tradizione orientale che occidentale della Chiesa.

La Sinfonia eucaristica è un progetto con molteplici dimensioni: spirituale e laica, cristiana e universale. Dalla Città Santa per le tre grandi religioni monoteistiche al cuore della scena politica internazionale, con una vocazione a diffondersi poi nel grande pubblico: attraverso l’Arte e la Bellezza, i promotori della Sinfonia desiderano dare al nostro tempo - un tempo di cambiamenti e di incertezza - un forte messaggio di Riconciliazione, di Unità e di Pace, indirizzato alle autorità sia religiose che politiche, così come al pubblico più in generale. Il tutto, cominciando da Gerusalemme.

Camminare nella luce
“Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che ora vi annunziamo: Dio è luce e in lui non ci sono tenebre. Se diciamo che siamo in comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, mentiamo e non mettiamo in pratica la verità. Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.” (1 Giovanni 1, 5-7)


I CONCERTI

Gerusalemme: Sabato 22 settembre 2012, Giardino del Getsemani, ore 18
Il concerto è gentilmente ospitato dalla Custodia di Terra Santa, Gerusalemme.
SEGUITE IL CONCERTO IN DIRETTA SU TV 2000 ALLE ORE 17 IN ITALIA

Ginevra (CH): Martedi 25 settembre 2012, Aula principale delle Nazioni Unite, ore 18
Il concerto è gentilmente ospitato dalla Missione dell’Osservatore Permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite, Ginevra

Milano (I): Mercoledi 26 settembre 2012, Duomo di Milano, ore 20.30
Il concerto è gentilmente ospitato dalla Diocesi Cattolica di Milano.

Matera (I): Sabato 29 settembre 2012, Chiesa di S. Pietro Caveoso, ore 21
Il concerto è gentilmente ospitato dalla Città di Matera.

PROMOZIONE E PATRONATO

Associazione per la Promozione della Preghiera Straordinaria di tette le Chiese per la Riconciliazione, l’Unità e la Pace cominciando da Gerusalemme, Ginevra, Svizzera

Fondazione “Casa dello Spirito e delle Arti”, Milano, Italia

Conservatorio di Musica di Matera, Italia

Per il concerto di Ginevra alle Nazioni Unite:
Fondazione Caritas in Veritate, Friborgo, Svizzera
Stati: Città del Vaticano, Grecia, Libano, Armenia, Romania, Marocco ed altri



8a edizione della grande preghiera di intercessione per il nostro tempo di tutte le Chiese 24/04/2012

L’OTTAVA PREGHIERA STRAORDINARIA DI TUTTE LE CHIESE SI TERRÀ ALLA VIGILIA DELLA PENTECOSTE ORTODOSSA PRESSO LA CHIESA ORTODOSSA ARMENA CATTOLICA DI GERUSALEMME SITUATA ALLA 3. E 4. STAZIONE DELLA VIA CRUCIS, DOVE VIENE RICORDATO L’INCONTRO DI GESU’ CON SUA MADRE E PRATICATA UNA ADORAZIONE EUCARISTICA QUOTIDIANA

Pentecost 3
In un desiderio di comunione con le Chiese ortodosse, la Chiesa armena cattolica di Gerusalemme ha scelto la vigilia della Pentecoste ortodossa, sabato 2 giugno 2012, alle 18 di Terra Santa, per ospitare l’ottava Preghiera Straordinaria di tutte le Chiese per la Riconciliazione, l'Unità e la Pace, cominciando da Gerusalemme.

La preghiera straordinaria di tutte le Chiese è nata durante una veglia di preghiera al Santo Sepolcro tenutasi tra pochi rappresentanti del clero e laici nel 2005, e ha come ispirazione l'urgenza di una grande preghiera di intercessione a Dio Padre per il nostro tempo, che coinvolga tutte le Chiese, cominciando da Gerusalemme: una preghiera fervente e ricorrente, nata spontaneamente nel cuore dei Cristiani ispirati dallo Spirito Santo. Trattasi di una preghiera fondamentalmente gioiosa, perché i partecipanti aderiscono, per la sua stessa natura, all'Unità per la quale Cristo ha pregato (Giov 17, 21) e che è, di per sé, fonte di Letizia. E’ una preghiera alla portata di tutti, perché solo è necessario ricordarsi le intenzioni di preghiera, ogni sabato alle 18 ora locale, e effettivamente mettersi a pregare, in comunione di preghiera con tutti i partecipanti. L'Unità, infatti, è prima di tutto una verità spirituale, che si esprime in modo essenziale nella comunione di preghiera. I Cristiani che pregano e celebrano insieme accettano di entrare nella dimensione di eternità che li libera dal male.

Locandina
Le intenzioni della preghiera comune sono la Riconciliazione, l'Unità e la Pace, con Dio, e, in Dio, gli uni con gli altri, sia a livello individuale che collettivo, in primo luogo all'interno della Chiesa, e quindi, in tutto il mondo attraverso la Chiesa. La mancanza di Pace nella Chiesa non è solo una contro-testimonianza al messaggio di Cristo, ma è anche, e soprattutto, una realtà spirituale negativa, che indebolisce la sua forza spirituale. La Chiesa di Gerusalemme, la "Madre di tutte le Chiese", utilizzando, di volta in volta, le parole di una delle ricche tradizioni cristiane rappresentate nella Città Santa dalle diverse Chiese, chiama tutta la Chiesa alla sua missione primaria, e tutte le nazioni ad ascoltare la predicazione della “conversione e del perdono dei peccati” proclamati nel nome di Cristo, “cominciando da Gerusalemme” (Luca 24, 47). Le tre intenzioni della Preghiera Straordinaria sono anche un atto di fede nella Divina Misericordia, che conosce le nostre forze limitate.

La liturgia della Chiesa armena cattolica per la Pentecoste, che corrisponde da vicino alla liturgia della Chiesa armena ortodossa, prevede la benedizione dei quattro angoli della terra, con la lettura di quattro Vangeli e un'invocazione allo Spirito Santo in ogni punto cardinale. La benedizione dei quattro angoli della terra sarà seguita dalla preghiera del Vespero, dedicato alla glorificazione della Santissima ed inseparabile Trinità, e particolarmente sull’invocazione della Luce, dello Spirito Santo, del Datore dei doni, del Datore di Pace.

Potete seguire la preghiere IN DIRETTA su www.fmc-terrasanta.org (online streaming) il 2 giugno 2012 alle ore 18 di Terra Santa (ore 15 GMT).



Settima Preghiera Straordinaria di tutte le Chiese presso la Chiesa Copta Ortodossa il 28.1.2012 01/02/2012

Terrasanta News riferisce della settima Preghiera Straordinaria di tutte le Chiese per la Riconciliazione, l'Untä e la Pace, cominciando da Gerusalemme, svoltasi il 28 gennaio 2012 presso la Chiesa Copta Ortodossa:




La Settima Preghiera straordinaria di tutte le Chiese si terrà presso la Chiesa copta-ortodossa 27/10/2011

IL 28 GENNAIO 2012, I CRISTIANI SONO NUOVAMENTE INVITATI A PARTECIPARE AD UNA GRANDE PREGHIERA DI INTERCESSIONE PER IL NOSTRO TEMPO PRESSO LA CHIESA ORTODOSSA COPTA DI SANT’ANTHONY, ACCANTO AL SANTO SEPOLCRO, A GERUSALEMME

croce
A Dio piacendo, il 28 gennaio 2012, alle ore 17 di Terra Santa, tutte le Chiese si uniranno di nuovo in una grande preghiera di intercessione per il nostro tempo per la Riconciliazione, l'Unità e la Pace, cominciando da Gerusalemme. Essa verrà diffusa in diretta televisiva da diversi canali cristiani su quattro continenti.
Come già nel gennaio 2011, in uno spirito di comunione, la settima Preghiera straordinaria di tutte le Chiese per la Riconciliazione, l'Unità e la Pace coinciderà con la settimana di preghiera per l'unità a Gerusalemme. Essa coinciderà pure con l’inizio della 4. Giornata Internazionale di Intercessione per la Pace in Terra Santa, una iniziativa che coinvolge gruppi di preghiera in oltre duemila città in tutto il mondo, in contemporanea, ed è patrocinata dal Pontificio Consiglio Giustizia e Pace. La Chiesa Cattolica, iniziatrice di questa ultima iniziativa, si mette, con questa scelta di coincidenza, in comunione di preghiera con tutte le Chiese partecipanti.
Locandina EP 28.1.2012


In tempi di cambiamenti, più che mai, è urgente e necessario invocare la misericordia del Signore sull’umanità. Voglia Esso, insistentemente richiesto, toccare i cuori e suscitare in loro il desiderio irresistibile di conversione, di rinnovamento della propria fede, di riconciliazione, di unità, e di una vita vissuta nella pace interiore di Cristo - sia come singoli cristiani, che come chiese Cristiane.

La Chiesa copta ortodossa, che ha spesso e anche recentemente dato testimonianza della sua profonda fede in Gesù Cristo, fino al martirio, proporrà una celebrazione semplice e molto intensa, riflesso della sua profonda e ricchissima tradizione.

Possa essere ascoltata l’intensa preghiera della Chiesa al Signore e Padre! Possa Il Signore benedire i Suoi figli e figlie, quelli che hanno udito il Verbo, quelli che ascoltano lo Spirito di Vita.